Venerdì 17 settembre 2021
ore 18.00
Biblioteca delle Oblate – Altana Marielle Franco – Via dell’ Oriuolo, 24 –  Firenze

Nell’ambito della rassegna Reading in the sound. Viaggio tra ritmo e parole (IV edizione) per l’Estate Fiorentina, l’associazione culturale La Nottola di Minerva presenta:

Simona Baldanzi – Corpo Appennino

Ediciclo Editore

L’autrice dialoga con Letizia Fuochi

Reading e musiche dal vivo

«Ho capito che siamo corpi-persone e corpo-paese e che camminare su questo vasto pezzo di territorio da Monte Sole a Sant’Anna di Stazzema vuol dire mantenersi di sana e robusta costituzione, o meglio di sani e robusti ideali».

Prendi alcune estati e mettile a confronto, ad esempio quella del ‘44 e le nostre estati, quelle fatte di decreti sicurezza e morti nel Mediterraneo, o la mia estate di un intervento chirurgico alla testa, che porta a rallentare, ad affidarsi agli altri, a mettere in discussione il bastarsi da soli. L’orecchio sinistro che sente meno, la parte a sinistra del Paese che non sa dare risposte. Corpo paese, corpo Appennino, corpi in cammino, corpo di una donna: ferite che si sovrappongono e si parlano. Riconsidera quelle estati attraverso una camminata in gruppo sull’Appennino fra Emilia Romagna e Toscana, da Monte Sole a Sant’Anna di Stazzema, nei luoghi delle stragi nazifasciste. Un percorso di monti intrisi di morti a lungo abbandonati. Muovere passi per trovare il posto alla memoria e oleare i meccanismi attuali per porre freni alle barbarie. Riscoprire l’importanza del fare insieme per aggiustarsi, per insistere a cambiare le cose, per non stare a guardare e ascoltare invano. In attesa che il senso dell’utopia venga riconosciuto fra i sensi umani.

Simona Baldanzi. Nata nel 1977 a Firenze, vive nel Mugello. Nel 1996 partecipa alla finale del Premio Campiello Giovani con il racconto Finestrella viola. Ha esordito col romanzo Figlia di una vestaglia blu, (Alegre 2019, Fazi 2006), che intreccia le vicende delle operaie tessili della Rifle a quelle degli operai edili del TAV in Mugello. Ha ottenuto il Premio Miglior Esordio di Fahrenheit Radio Rai tre, il Premio Minerva Letteratura di Impegno Civile ed è stato finalista al Premio Viareggio Repaci, al Premio Fiesole Narrativa under 40, al Premio Chianti. Bancone verde menta (ed. Elliot 2009) è il suo secondo romanzo, una storia d’amore per le città e l’impegno. Nel 2011 è uscita per Ediesse, l’inchiesta Mugello sottosopra. Tute arancioni nei cantieri delle grandi opere. Suoi racconti sono apparsi su quotidiani, riviste e antologie. Nel 2014 per la collana Contromano di Laterza è uscito Mugello è una trapunta di terra. A piedi da Barbiana a Monte Sole. Maldifiume Acqua, passi e gente d’Arno (Ediciclo 2016), primo volume di una nuova collana, la biblioteca del viandante diretta da Luigi Nacci, ha ricevuto il Premio Sergio Maldini per la letteratura di viaggio.

Dal 2008 al 2013 ha tenuto una rubrica settimanale chiamata L’Incartauova su l’Unità di Firenze. É tra i fondatori del blog Scrittori in Causa (sulle condizioni contrattuali degli scrittori). È autrice insieme a F.Bondi e L.Sacchetti del progetto Storie Mobili (su you tube https://www.youtube.com/user/storiemobili/videos). Insieme al regista Federico Bondi è co-autrice del soggetto del film Dafne (2019), vincitore del Premio FIPRESCI nella sezione Panorama della 69° Berlinale.

La partecipazione è gratuita – ingresso su prenotazione 055-2616523 – bibliotecadelleoblate@comune.fi.it

Il servizio è assicurato nel rispetto di tutte le indicazioni igienico-sanitarie indicate dalle disposizioni legislative per garantire la sicurezza dei lavoratori e degli utenti.

Dal 6 agosto per entrare nelle Biblioteche comunali è necessario presentare la Certificazione verde Covid-19 (Green Pass) e un documento di identità. Non è richiesto a bambini con età inferiore a 12 anni e ai soggetti esenti su base di idonea specifica certificazione medica

evento facebook